The best solution for plant nutrition

FERTIRRIGANTI

FERTIRRIGANTI

Fertilizzanti per fertirrigazione liquidi e in polvere solubile

I “Fertilizzanti per fertirrigazioneBiokimia apportano al terreno elementi nutritivi prontamente disponibili grazie a formulazioni studiate con diversi titoli e diverse soluzioni in funzione della specie coltivata, delle varietà, delle esigenze nutrizionali delle varie fasi fenologiche.  Inoltre tengono conto delle diverse caratteristiche dei terreni coltivati e di quelle climatiche.
Questa categoria di fertilizzanti contiene materie prime selezionate estremamente pure, altamente solubili e sono caratterizzati dall’elevata assimilabilità degli elementi nutritivi che apportano alle piante. Le formulazioni dei “liquidi” sono stabili ed efficaci, si utilizzano in fertirrigazione, laddove si impieghi l’irrigazione a goccia o si somministrano al terreno con mezzi idonei alla distribuzione di soluzioni liquide come localizzatori alla semina, botti per i trattamenti e i diserbanti al terreno.

L’acqua è il veicolo più efficace per far arrivare alla pianta gli elementi nutritivi, per cui, utilizzare fertilizzanti in formulazione liquida o in polvere solubile con le fertirrigazioni ci consente di avere più elevate produzioni e con caratteristiche qualitative superiori, se confrontate con coltivazioni trattate solo con concimi granulari al terreno con prodotti minerali tradizionali. Non si può con assoluta certezza affermare quale sia il miglior modo per concimare i terreni e nutrire le piante in quanto eventi particolari potrebbero impedire il verificarsi degli obiettivi perseguiti.
Ecco perché la soluzione migliore dal punto di vista ambientale (minor impatto), agronomico (produttività e mantenimento della struttura del terreno) ed economico, (con un più alto rapporto benefici/costi) potrebbe essere quello di prevedere un programma completo dove vengono impiegate tutte le categorie dei prodotti sia ad applicazione fogliare che al terreno, riducendone i quantitativi unitari e sfruttando le sinergie dei vari interventi.
Il consiglio è quello di cercare di non intervenire solo con dei singoli elementi separatamente perché le piante assorbono, se pur in diverse proporzioni nelle varie fasi, tutti gli elementi contemporaneamente.
Infatti insieme all’acqua, alla luce, all’aria la pianta necessita di tutti i nutrienti per il proprio metabolismo.
Sono da preferire i ternari NPK o i binari NP, NK, PK con magnesio e microelementi con aggiunte di prodotti a base di calcio perché hanno già contenuti nelle giuste proporzioni i nutrienti necessari.
Si possono fare anche miscele di materie prime ma nei ternari idrosolubili i componenti sono maggiori e nella diversità di più materie prime è possibile raggiungere maggiori risultati piuttosto che utilizzarne solo una o due. Unitamente vengono aggiunti dei coformulanti che coadiuvano, proteggono e veicolano gli elementi nutritivi in aggiunta al magnesio e ai microelementi come dose di mantenimento.

Le linee dei fertirriganti NPK ternari idrosolubili Biokimia sono quattro: Waterfert e Easyfert per condizioni di terreni standard, Acidfert e Challenger per acidificare i terreni con pH sub-alcalino e alcalino, alcuni titoli dei quali contengono anche il calcio, notoriamente non compatibile e miscibile con tutte le forme di fosforo.
Dai fertirriganti Biokimia si liberano gli elementi nutritivi direttamente nella soluzione circolante del terreno ed interagiscono con la capacità di scambio cationica e anionica andando ad arricchirla.
Le radici delle piante immerse nella soluzione circolante possono assorbire subito i nutrienti.
A confronto le concimazioni granulari minerali tradizionali possono solo integrare le asportazioni che le colture effettuano e gli elementi saranno disponibili solo dopo l’azione microbiologica dei microrganismi che li renderanno assimilabili per le piante.

L’azione dei “Fertilizzanti per fertirrigazione” Biokimia è rapida, sicura, efficace e le loro formule sono contraddistinte da un elevato rapporto benefici/costi.