The best solution for plant nutrition

Tag Archives: biologico

Bio Project SM TOP

CONCIME ORGANICO AZOTATO
ESTRATTO FLUIDO DI LIEVITO CONTENENTE ALGHE BRUNE

Nutre, aiuta a fecondare i fiori e migliora l’allegagione
p/pp/vgr/lt
Azoto (N) organico2 %2,4 %24,2
Carbonio (C) organico di origine biologica23%27,8%278,3
pH6,30
Sostanza organica con peso molecolare nominale <50kDa30 %

CONSENTITO IN AGRICOLTURA BIOLOGICA
Materie prime: estratto fluido di lievito contenente alghe brune ottenuto per estrazione con acqua o soluzione acida e/o alcalina.

Parametri Fisico-Chimici

pH di una soluzione al 0,5 %: 6,30
Peso specifico a 20 °C: 1,21 kg/lt

Caratteristiche e vantaggi

Formulazione liquida a base di estratto fluido di lievito contenente alghe brune.
Gli amminoacidi presenti, che derivano da autolisi enzimatica in ambiente acquoso, sono in forma levogira ovvero molto più attivi di quelli derivanti da idrolisi chimica.
Bio Project SM TOP si distribuisce in applicazione foliare.
Bio Project SM TOP grazie alla presenza del fattore Ecklo, induce una migliore moltiplicazione cellulare, migliora lo sviluppo della pianta, la fioritura, l’allegagione e la crescita dei frutti.
I tessuti vegetativi e riproduttivi saranno più consistenti, più ricchi in clorofilla con una attività fotosintetica esaltata.
Bio Project SM TOP incrementa la produzione e migliora le caratteristiche qualiative delle produzioni. Grazie ai suoi componenti di origine naturale, esclusivamente vegetali e abase di alghe, Bio Project SM TOP potrà essere impiegato al livello di biologico destinato anche all’alimentazione di chi segue una dieta vegetariana o vegana.

Modalità e dosi d’impiego

Bio Project SM TOP si impiega in applicazione fogliare con strumenti idonei alla distribuzione di soluzioni nutritive e/o protettive, a partire dalle prime fasi nelle coltureorticole e nelle colture arboree ripetendo il trattamento 1-3 volte durante il ciclo.
Vite da vino: in applicazione fogliare in prefioritura, nella fase di grappolino 3 cm al dosaggio di 1,5 lt/ha (2,5 lt/ha sui Pinot); ripetere dopo 5-6 giorni e a completa caduta dei petali agli stessi dasaggi. Nella fase di ingrossamento del grappolo ripetere 3-4 volte al dosaggio di 1,5 lt/ha.
Pesco, albicocco: in applicazione fogliare da inizio a piena fioritura alla dose di 200-300 ml/hl, a scamiciatura alla dose di 250 ml/hl ripetendo 2 volte e durante l’accrescimento frutto ripetendo l’intervento 2-3 volte alla dose di 200-250 ml/hl da solo o in associazione con Phytoammina 3-5-50+micro alla dose di 2,5 kg/ha.
Susino e ciliegio, pero, melo, agrumi, olivo e piccoli frutti: in applicazione fogliare ad inizio fioritura alla dose di 0,8 lt/ha, ad allegagione avvenuta alla dose di 1,5 lt/ha e durante l’accrescimento frutto ripetendo l’intervento 2-3 volte alla dose di 0,5-0,8 lt/ha da solo o in associazionecon Phytoammina 3-5-50+micro alla dose di 2,5 kg/ha.
Pomodoro, melanzana, peperone, zucchino, cetriolo, fagiolino, fragola: in applicazione fogliare durante la fioritura alla dose di 1 lt/ha e durante l’accrescimento frutti ripetendo l’intervento 2 volte alla dose di 0,5-0,8 lt/ha da solo o in associazione con Phytoammina 3-5-50+micro alla dose di 2,5 kg/ha.
Ortaggi da foglia: in applicazione fogliare durante tutto il ciclo ripetendo l’intervento 2 volte alla dose di 0,5-0,8 lt/ha.
Colture ornamentali, floricole e vivaistiche: in applicazione fogliare durante tutto il ciclo ripetendo l’intervento 2 volte alla dose di 50cc/hl/1.000 mq.

Bio Project SM TOP si può impiegare in fertirrigazione negli stessi periodi alla dose di 2-2,5 lt/ha.

Miscibilità

Il prodotto è miscibile con altri formulati ad esclusione di quelli contenenti rame. Si consiglia di effettuare sempre dei piccoli test per verificare la compatibilità.

Confezioni

Tanica da lt 5 · Flacone da lt 1

Bio Project MT 0.9

CONCIME ORGANICO AZOTATO
ESTRATTO FLUIDO DI LIEVITO CONTENENTE ALGHE BRUNE CON RAME (Cu), FERRO (Fe), MANGANESE (Mn) E ZINCO (Zn)
Esalta e ripristina l’attività fotosintetica in caso di avversità ambientali o malattie

p/p p/v gr/lt
Azoto (N) organico 1 % 1,2 % 12
Carbonio (C) organico di origine biologica 10 % 12 % 120
pH 5,4
Sostanza organica con peso molecolare nominale <50kDa 30 %
Rame (C) solubile in acqua 1 % 1,20 % 12
Ferro (Fe) solubile in acqua 0,5 % 0,60 % 6,0
Manganese (Mn) solubile in acqua 0,3 % 0,36 % 3,6
Zinco (Zn) solubile in acqua 1,1 % 1,32 % 13,2

CONSENTITO IN AGRICOLTURA BIOLOGICA
Materie prime: estratto fluido di lievito contenente alghe brune ottenuto per estrazione con acqua o soluzione acida e/o alcalina, sale di rame (solfato), sale di ferro (solfato), sale di manganese (solfato) e sale di zinco (solfato).

Parametri Fisico-Chimici

pH di una soluzione al 1%: 5,4
Peso specifico a 20 °C: 1,206 kg/lt

Caratteristiche e vantaggi

Formulazione liquida a base di estratto fluido di lievito contenente alghe brune.
Gli amminoacidi presenti complessano e veicolano i microelementi contenuti garantendone una veloce e sicura assimilazione.
Induce una migliore moltiplicazione cellulare ed una veloce ripresa delle piante che hanno subito stress per condizioni climatiche avverse e/o attacchi fungini e/o batterici.
L’estratto fluido di lievito contiene metaboliti che inducono una naturale resistenza delle piante alle avversità ambientali e alle malattie attraverso una migliore consistenza dei tessuti.
Bio Project MT 0.9 contiene sostanze tensioattive naturali (bio surfattanti) che aiutano a mantenere “puliti” i tessuti, evitando resistenze da parte dei patogeni.
L’attività degli amminoacidi di origine vegetale contenuti consente una veloce ripresa della moltiplicazione cellulare e un nuovo sviluppo delle piante, anche dopo attacchi di funghi e batteri, ripristinando le normali funzioni metaboliche della pianta.
Bio Project MT 0.9 esalta l’attività fotosintetica con produzione di maggiori quantità di sostanza secca, migliora lo sviluppo delle piante, l’allegagione, lo sviluppo dei frutti e la qualità delle produzioni anche delle piante coltivate in regime di agricoltura biologica e, per i suoi contenuti di origine esclusivamente vegetale e di alghe, potrà essere impiegato nel livello di biologico destinato all’alimentazione di chi segue una dieta vegetariana o vegana.

Modalità e dosi d’impiego

Bio Project MT 0.9 si impiega in applicazione fogliare o in fertirrigazione, a partire dalla pre-fioritura fino all’invaiatura delle colture orticole e delle colture arboree, ripetendo il trattamento 3-4 volte durante il ciclo e/o in occasione di stress causati da avversità ambientali, da attacchi fungini e/o batterici.
Pesco, albicocco, susino e ciliegio, melo, pero e piccoli frutti: in applicazione fogliare alla dose di 2,5 lt/ha a partire dall’allegagione durante il ciclo vegetativo e/o in presenza di stress fisiologico causato da attacchi fungini e/o di batteri.
Vite, agrumi: in applicazione fogliare alla dose di 2,5 lt/ha a partire dalla pre-fioritura fino alla invaiatura ripetendo il trattamento più volte durante il ciclo vegetativo e/o in presenza di stress fisiologico causato da attacchi fungini e/o di batteri.
Olivo: in applicazione fogliare alla dose di 2,5 lt/ha ripetendo il trattamento più volte durante il ciclo vegetativo.
Pomodoro, patata, melanzana, peperone, zucchino, cetriolo, fagiolino, fragola, asparago: in applicazione fogliare a partire dalla allegagione ripetere più volte l’intervento alla dose di 2 lt/ha e/o in presenza di stress fisiologico causato da attacchi fungini e/o di batteri.
Ortaggi da foglia: applicare dalle prime fasi di coltivazione alla dose di 150-250 cc/hl. Ripetere più volte durante la coltivazione.
Colture ornamentali e floricole: applicare dalle prime fasi di coltivazione alla dose di 150 cc/hl. Ripetere più volte durante la coltivazione.

Si consiglia di impiegare 500-1.000 litri di acqua per ettaro per una migliore distribuzione. Applicare il prodotto nelle ore più fresche della giornata.
Il prodotto trova utile impiego anche in fertirrigazione alla dose di 2,5-5 lt per ettaro.

Miscibilità

Si consiglia di non associare ad altri prodotti contenenti rame ma di alternarne l’utilizzo.
Applicare il prodotto lontano dalla fioritura delle piante.

Confezioni

Tanica da lt 5 · Flacone da lt 1

Bio Project MT 1.0 Soil

CONCIME ORGANICO AZOTATO
ESTRATTO FLUIDO DI LIEVITO CONTENENTE ALGHE BRUNE CON RAME (Cu), FERRO (Fe), MANGANESE (Mn) E ZINCO (Zn)
Modifica il profilo dei microrganismi utili nel suolo, aumenta la fertilità e diminuisce i rischi di malattie

p/p p/v gr/lt
Azoto (N) organico 1 % 1,2 % 12
Carbonio (C) organico di origine biologica 10 % 12,2 % 122
pH 5,8
Sostanza organica con peso molecolare nominale <50kDa 30 %
Rame (C) solubile in acqua 1 % 1,22 % 12,2
Ferro (Fe) solubile in acqua 0,5 % 0,61 % 6,1
Manganese (Mn) solubile in acqua 0,3 % 0,36 % 3,6
Zinco (Zn) solubile in acqua 1,1 % 1,34 % 13,4

CONSENTITO IN AGRICOLTURA BIOLOGICA
Materie prime: estratto fluido di lievito contenente alghe brune ottenuto per estrazione con acqua o soluzione acida e/o alcalina, sale di rame (solfato), sale di ferro (solfato), sale di manganese (solfato) e sale di zinco (solfato).

Parametri Fisico-Chimici

pH di una soluzione al 0,5%: 5,8
Peso specifico a 20 °C: 1,22 kg/lt

Caratteristiche e vantaggi

Formulazione liquida a base di estratto fluido di lievito contenente alghe brune.
Gli amminoacidi presenti complessano e veicolano i microelementi contenuti garantendone una veloce e sicura assimilazione.
Bio Project MT 1.0 Soil cambia il profilo dei microrganismi utili nel terreno e ne esalta l’attività garantendone una migliore azione antagonista nei confronti dei microrganismi patogeni presenti che si mantiene costante nel tempo.
Gli amminoacidi di origine vegetale contenuti stimolano l’attività dei microrganismi del terreno consentendo un innalzamento della fertilità fisica, chimica e microbiologica dei suoli trattati.
Bio Project MT 1.0 Soil garantisce una migliore germinabilità dei semi, un miglior “attecchimento” delle giovani piantine trapiantate e una migliore espansione dell’apparato radicale anche nelle colture arboree durante la ripresa vegetativa. In conseguenza di questo, Bio Project MT 1.0 Soil migliora lo sviluppo delle piante, l’allegagione, lo sviluppo dei frutti e la qualità delle produzioni anche delle piante coltivate in regime di agricoltura biologica e, per i suoi contenuti di origine esclusivamente vegetale e di alghe, potrà essere impiegato nel livello di biologico destinato all’alimentazione di chi segue una dieta vegetariana o vegana.

Modalità e dosi d’impiego

Bio Project MT 1.0 Soil si distribuisce esclusivamente in fertirrigazione oppure con mezzi idonei (botti per la distribuzione di soluzioni erbicide o antiparassitarie), alla preparazione del terreno subito prima della semina o del trapianto e alla ripresa vegetativa nelle colture arboree. Si può ripetere l’intervento durante il ciclo in occasione di stress causati da avversità ambientali, da attacchi fungini e/o batterici che agiscono sul colletto e nei vasi conduttori della pianta, sempre in fertirrigazione.
Vite, agrumi, pesco, albicocco, susino e ciliegio, melo e pero, kiwi, colture tropicali e piccoli frutti: in fertirrigazione alla dose di 2,5 lt/ha alla ripresa vegetativa e durante il ciclo vegetativo e in presenza di stress fisiologico causato da attacchi fungini e/o di batteri che agiscono sul colletto e nei vasi conduttori della pianta.
Pomodoro, patata, melanzana, peperone, zucchino, cetriolo, fagiolino, fragola, asparago, ortaggi da foglia compresi quelli della IV gamma: in fertirrigazione o con mezzi idonei alla distribuzione al terreno di soluzioni antiparassitarie e erbicide, prima della semina o del trapianto alla dose di 500 cc/1.000 mq e successivamente, durante la coltivazione e in presenza di stress fisiologico causato da attacchi fungini e/o di batteri che agiscono sul colletto e nei vasi conduttori della pianta, alla dose di 2-2,5 lt/ha.
Colture ornamentali e floricole: applicare in fertirrigazione dopo il trapianto alla dose di 250 cc/100 litri di acqua/1.000 mq. Ripetere più volte durante la coltivazione.

Miscibilità

Il prodotto non presenta controindicazioni di miscibilità con altri formulati.
Si consiglia di effettuare sempre piccoli test per verificare la compatibilità.

Confezioni

Tanica da lt 5 · Flacone da lt 1

Bio Project SM 20


CONCIME ORGANICO AZOTATO

ESTRATTO FLUIDO DI LIEVITO CONTENENTE ALGHE BRUNE

Nutre, attiva e intensifica la fotosintesi clorofilliana

p/p p/v gr/lt
Azoto (N) organico 2 % 2,46 % 24,6
Carbonio (C) organico di origine biologica 20 % 24,6 % 246
pH 6,30
Sostanza organica con peso molecolare nominale <50kDa 30 %

CONSENTITO IN AGRICOLTURA BIOLOGICA

Materie prime: estratto fluido di lievito contenente alghe brune ottenuto per estrazione con acqua o soluzione acida e/o alcalina.

Parametri Fisico-Chimici

pH di una soluzione al 0,5%: 6,3
Peso specifico a 20 °C: 1,23 kg/lt

Caratteristiche e vantaggi

Formulazione liquida a base di estratto fluido di lievito contenente alghe brune.
Gli amminoacidi presenti, che derivano da autolisi enzimatica in ambiente acquoso, sono in forma levogira ovvero molto più attivi di quelli derivanti da idrolisi chimica.
Bio Project SM 20 si distribuisce in fertirrigazione o con strumenti idonei alla distribuzione di soluzioni nutritive e/o protettive o diserbanti.
Bio Project SM 20 induce una migliore moltiplicazione cellulare, incrementa lo sviluppo radicale e quello vegetativo.
I tessuti vegetativi e riproduttivi saranno più consistenti, più ricchi in clorofilla con una attività fotosintetica esaltata.
Bio Project SM 20 stimola la microflora del terreno aumentando la fertilità microbiologica dei terreni, incrementa la produzione e migliora le caratteristiche qualitative delle produzioni.
Grazie ai suoi componenti di origine naturale, esclusivamente vegetali e a base di alghe, Bio Project SM 20 potrà essere impiegato nel livello di biologico destinato anche all’alimentazione di chi segue una dieta vegetariana o vegana.

Modalità e dosi d’impiego

Bio Project SM 20 si impiega in fertirrigazione o con strumenti idonei alla distribuzione di soluzioni nutritive e/o protettive o diserbanti, a partire dalle prime fasi nelle colture orticole e nelle colture arboree ripetendo il trattamento 3-4 volte durante il ciclo.
Pesco, albicocco, susino e ciliegio, pero, melo, vite, agrumi, olivo e piccoli frutti: in fertirrigazione durante tutto il ciclo ripetendo l’intervento 3-4 volte alla dose di 10-15 lt/ha.
Pomodoro, patata, melanzana, peperone, zucchino, cetriolo, fagiolino, fragola, asparago: in fertirrigazione durante tutto il ciclo ripetendo l’intervento 3-4 volte alla dose di 10-15 lt/ha.
Ortaggi da foglia: in fertirrigazione durante tutto il ciclo ripetendo l’intervento 3-4 volte alla dose di 10-15 lt/ha.
Colture ornamentali e floricole: in fertirrigazione durante tutto il ciclo ripetendo l’intervento 3-4 volte alla dose di 10-15 lt/ha.

Miscibilità

Il prodotto è miscibile con altri formulati ma si consiglia di effettuare sempre piccoli test per verificare la compatibilità.

Confezioni

Tanica da lt 20 · Cisternetta da lt 1.000

Bio Project SM 23 Foliar

CONCIME ORGANICO AZOTATO
ESTRATTO FLUIDO DI LIEVITO CONTENENTE ALGHE BRUNE

Nutre e attiva il metabolismo generale della pianta

p/p p/v gr/lt
Azoto (N) organico 2 % 2,46 % 24,6
Carbonio (C) organico di origine biologica 23 % 28,29 % 282,9
pH 6,45
Sostanza organica con peso molecolare nominale <50kDa 30 %

CONSENTITO IN AGRICOLTURA BIOLOGICA

Materie prime: estratto fluido di lievito contenente alghe brune ottenuto per estrazione con acqua o soluzione acida e/o alcalina.

Parametri Fisico-Chimici

pH di una soluzione al 0,5%: 6,45
Peso specifico a 20 °C: 1,23 kg/lt

Caratteristiche e vantaggi

Formulazione liquida a base di estratto fluido di lievito contenente alghe brune.
Gli amminoacidi presenti, che derivano da autolisi enzimatica in ambiente acquoso, sono in forma levogira ovvero molto più attivi di quelli derivanti da idrolisi chimica.
Bio Project SM 23 Foliar si distribuisce in applicazione fogliare.
Bio Project SM 23 Foliar induce una migliore moltiplicazione cellulare e migliora lo sviluppo della pianta.
I tessuti vegetativi e riproduttivi saranno più consistenti, più ricchi in clorofilla con una attività fotosintetica esaltata.
Bio Project SM 23 Foliar incrementa la produzione e migliora le caratteristiche qualitative delle produzioni.
Grazie ai suoi componenti di origine naturale, esclusivamente vegetali e a base di alghe, Bio Project SM 23 Foliar potrà essere impiegato nel livello di biologico destinato anche all’alimen-tazione di chi segue una dieta vegetariana o vegana.

Modalità e dosi d’impiego

Bio Project SM 23 Foliar si impiega in applicazione fogliare con strumenti idonei alla distribuzione di soluzioni nutritive e/o protettive, a partire dalle prime fasi nelle colture orticole e nelle colture arboree ripetendo il trattamento 3-4 volte durante il ciclo.
Pesco, albicocco, susino e ciliegio, pero, melo, vite, agrumi, olivo e piccoli frutti: in applicazione fogliare durante tutto il ciclo ripetendo l’intervento 3-4 volte alla dose di 1,5 lt/ha.
Pomodoro, patata, melanzana, peperone, zucchino, cetriolo, fagiolino, fragola, asparago: in applicazione fogliare durante tutto il ciclo ripetendo l’intervento 3-4 volte alla dose di 1,5 lt/ha.
Ortaggi da foglia: in applicazione fogliare durante tutto il ciclo ripetendo l’intervento 3-4 volte alla dose di 1,5 lt/ha.
Colture ornamentali, floricole e vivaistiche: in applicazione fogliare durante tutto il ciclo ripetendo l’intervento 3-4 volte alla dose di 150 cc/hl/1.000 mq.

Miscibilità

Il prodotto è miscibile con altri formulati ad esclusione di quelli contenenti rame.
Si consiglia di effettuare sempre piccoli test per verificare a compatibilità.

Confezioni

Tanica da lt 5 · Flacone da lt 1

Bio Project ID 0.9

CONCIME ORGANICO AZOTATO
ESTRATTO FLUIDO DI LIEVITO CONTENENTE ALGHE BRUNE CON RAME (Cu)

Nutre, attiva e fortifica
p/p p/v gr/lt
Azoto (N) organico 1 % 1,19 % 11,9
Carbonio (C) organico di origine biologica 10 % 11,9 % 119
pH 6
Sostanza organica con peso molecolare nominale <50kDa 30 %
Rame (Cu) solubile in acqua 3 % 3,6 % 36
Rame (Cu) chelato con EDTA 1,5 % 1,79 % 17,9
Agente chelante: EDTA
Intervallo di pH che garantisce una buona stabilità della frazione chelata: 3-8
CONSENTITO IN AGRICOLTURA BIOLOGICA

Materie prime: estratto fluido di lievito contenente alghe brune ottenuto per estrazione con acqua o soluzione acida e/o alcalina, sale di rame (solfato), chelato di rame (EDTA).

Parametri Fisico-Chimici

pH di una soluzione al 0,5%: 6
Peso specifico a 20 °C: 1,198 kg/lt

Caratteristiche e vantaggi

Formulazione liquida a base di estratto fluido di lievito contenente alghe brune.

Gli amminoacidi presenti complessano e veicolano il rame, garantendone una veloce e sicura assimilazione, che penetra nei tessuti ed agisce all’interno della pianta.
Bio Project ID 0.9 induce una migliore moltiplicazione cellulare ed una veloce ripresa delle piante che hanno subito stress per condizioni climatiche avverse e/o attacchi fungini e/o batterici.
L’estratto fluido di lievito contiene sostanze bio-induttrici che stimolano una naturale resistenza delle piante alle avversità ambientali e alle malattie attraverso un incremento degli spessori dei tessuti, formati dalla pianta stessa, a seguito dei segnali ricevuti dall’attività di Bio Project ID 0.9.
La pianta trattata con Bio Project ID 0.9 necessita di circa una settimana per “rispondere” ai segnali per cui risulta importante intervenire fin dalle prime fasi.
L’attività degli amminoacidi di origine vegetale contenuti consente una veloce ripresa della moltiplicazione cellulare e un nuovo sviluppo delle piante, anche dopo attacchi di funghi e batteri, ripristinando le normali funzioni metaboliche.
Bio Project ID 0.9 migliora lo sviluppo delle piante, l’allegagione, lo sviluppo dei frutti e la qualità delle produzioni anche delle piante coltivate in regime di agricoltura biologica e, per i suoi contenuti di origine esclusivamente vegetale e di alghe, potrà essere impiegato nel livello di biologico destinato all’alimentazione di chi segue una dieta vegetariana o vegana.

Modalità e dosi d’impiego

Bio Project ID 0.9 si impiega in applicazione fogliare o in fertirrigazione, a partire dalle prime fasi nelle colture orticole e nelle colture arboree ripetendo il trattamento 3-4 volte durante il ciclo e in occasione di stress causati da avversità ambientali, da attacchi fungini e/o batterici.
Pesco, albicocco, susino e ciliegio, pero, melo e piccoli frutti: in applicazione fogliare alla dose di 2 lt/ha a partire dall’allegagione, in presenza di stress fisiologico causato da attacchi fungini e/o di batteri.
Attenzione: alcune varietà potrebbero essere sensibili ai trattamenti rameici e si potrebbero verificare piccole ustioni.
Vite, agrumi: in applicazione fogliare alla dose di 2-2,5 lt/ha a partire dalla ripresa vegetativa e ripetendo il trattamento più volte durante il ciclo vegetativo fino ad allegagione avvenuta.
Olivo: in applicazione fogliare alla dose di 2,5 lt/ha ripetendo il trattamento più volte durante il ciclo vegetativo.
Pomodoro, patata, melanzana, peperone, zucchino, cetriolo, fagiolino, fragola, asparago: in applicazione fogliare nelle prime fasi di coltivazione alla dose di 2 lt/ha.
Ortaggi da foglia: applicare dalle prime fasi di coltivazione alla dose di 80 cc/hl.
Ripetere più volte durante la coltivazione.
Colture ornamentali e floricole: applicare dalle prime fasi di coltivazione alla dose di 60-80 cc/hl.
Ripetere più volte durante la coltivazione.

Si consiglia di impiegare 500-1.000 litri di acqua per ettaro per una migliore distribuzione.

Applicare il prodotto nelle ore più fresche della giornata.
Non distribuire in epoca di fioritura.

Il prodotto trova utile impiego negli stessi periodi anche in fertirrigazione alla dose di 2,5-5 lt per ettaro.

Miscibilità

Si consiglia di non associare ad altri prodotti contenenti rame ma di alternarne l’utilizzo.
Applicare il prodotto lontano dalla fioritura delle piante.

Confezioni

Tanica da lt 5 · Flacone da lt 1

Active Global Plant

MISCELA DI CONCIMI ORGANICI AZOTATI FLUDI
Azoto (N) totale 5,0 % p/p equivalente a 5,7 % p/v
Azoto (N) organico solubile 5,0 % p/p equivalente a 5,7 % p/v
Carbonio (C) organico di origine biologica 23,9 % p/p equivalente a 27,4 % p/v

Caratteristiche e vantaggi

Active Global Plant è un bio-attivatore a base di una miscela di sostanze organiche selezionate come epitelio animale idrolizzato fluido con il 6% di amminoacidi liberi, estratto vegetale ricco di acidi organici, vitamine, zuccheri della frutta e l’emoglobina. Quest’ultima proviene dal settore farmaceutico-alimentare e quindi controllata sotto il profilo sanitario attraverso rigorose norme igieniche e batteriologiche.

L’emoglobina, successivamente alla separazione dal plasma del sangue, segue un processo di idrolisi enzimatica che rende il prodotto finale stabile, solubile e assimilabile quindi idoneo all’impiego in applicazione fogliare.

Active Global Plant è costituito essenzialmente da amminoacidi e peptidi a basso peso molecolare che le piante assorbono molto meglio rispetto a quelli derivanti dalla sola idrolisi chimica e consente un risparmio energetico nel metabolismo generale della pianta (sintesi delle proteine ed degli enzimi vegetali), apportando materiale organico che essa stessa dovrebbe sintetizzare.

Contiene inoltre ferro integrato con la sostanza organica (emoglobina) subito utilizzato dalle piante.

Active Global Plant ha una azione axino-simile e stimola la moltiplicazione e la distensione cellulare, garantisce un apparato vegetativo più attivo e consente di ottenere una maggiore quantità di fiori e di frutti, con calibro maggiore e con caratteristiche qualitative superiori (contenuto zuccherino, colore, consistenza, serbevolezza, …).

Active Global Plant garantisce un minor impatto ambientale rispetto all’uso di fitoregolatori di crescita sintetici.

Active Global Plant distribuito su tutta la vegetazione stimola la formazione di tessuti più consistenti, di una vegetazione più compatta con internodi più corti, donando alle piante una maggiore capacità produttiva anche in condizioni ambientali non ottimali (eccessi di temperatura, eccessi di salinità nel terreno, basse temperature e abbassamenti di luminosità).

Modalità e dosi d’impiego

Active Global Plant si impiega in applicazione fogliare con barre irroratrici direttamente sulla vegetazione.

Pero e melo: si interviene dalla fase di mazzetti fiorali pre-formati, nella fase di allegagione avvenuta e durante lo sviluppo dei frutti ripetendo più volte il trattamento durante il ciclo alla dose di 2 kg/ha.

Pesco, albicocco, susino, ciliegio: si interviene alla fase di caduta petali e durante lo sviluppo dei frutti ripetendo più volte il trattamento durante il ciclo alla dose di 2 kg/ha.

Kiwi: si interviene durante lo sviluppo dei germogli, alla fioritura, e durante l’accrescimento dei frutti ripetendo più volte il trattamento durante il ciclo alla dose di 2-3 kg/ha.

Vite: si interviene durante lo sviluppo dei germogli, alla formazione dei grappoli per il loro sviluppo e allungamento, all’inizio della fioritura e durante l’accrescimento degli acini ripetendo più volte il trattamento durante il ciclo alla dose di 2-3 kg/ha.

Asparago: applicare all’inizio della emissione dei turioni alla dose di 3 kg/ha.

Fragola: si interviene dopo il trapianto o dopo la sfogliatura alla ripresa vegetativa, durante lo sviluppo della pianta, alla fioritura e all’accrescimento frutti ripetendo più volte il trattamento durante il ciclo alla dose di 2 kg/ha.

Anguria, melone, cetriolo, zucchino, pomodoro, peperone, melanzana: si interviene dopo trapianto, durante lo sviluppo della pianta, in fioritura e durante la fase di accrescimento ripetendo più volte il trattamento durante il ciclo alla dose di 2-3 kg/ha.

Verdure a foglia: si interviene più volte durante il ciclo alla dose di 2-3 kg/ha.

Patata: si interviene più volte durante il ciclo alla dose di 2-3 kg/ha.

Floricoltura: si interviene durante tutto il ciclo più volte alla dose di 200 gr/1.000 mq.

Agrumi: si interviene alla ripresa vegetativa e alla fioritura alla dose di 2 kg/ha e durante l’accrescimento dei frutti alla dose di 2,5 kg/ha.

Frutticoltura tropicale (mango, papaya, banana, caffé): si interviene nella fase di induzione gemmaria, in fioritura, all’allegagione e durante l’accrescimento dei frutti alla dose di 2,5-3 kg/ha.

Miscibilità

Active Global Plant è miscibile con i più comuni fitofarmaci (fungicidi, insetticidi e erbicidi miscibili con azoto organico), evitando di miscelarlo con altri formulati a reazione fortemente acida se non preventivamente diluiti in acqua con un rapporto 1:3 e con prodotti a base di rame (escluso olivo).

Confezioni

Flacone da kg 1 · Tanichetta da kg 5 · Tanica da kg 25

Emo-Global L.

CONCIME ORGANICO AZOTATO · SANGUE FLUIDO
Azoto (N) organico5 % p/p equivalente a 5,375 % p/v
Azoto (N) organico solubile in acqua5 % p/p equivalente a 5,375 % p/v
Carbonio (C) organico di origine biologica14 % p/p equivalente a 15,050 % p/v

Caratteristiche e vantaggi

Emo-Global L. è un concime organico a base di emoglobina ottenuto per separazione del plasma dal sangue fluido che viene poi stabilizzata attraverso processi fisici e additivata al fine di evitare fermentazioni e coagulazioni. Contiene, inoltre, ferro integrato con la sostanza organica.

Emo-Global L. stimola nella pianta la moltiplicazione e la distensione cellulare, garantendo l’ottenimento di un apparato radicale più ampio e con maggiori capacità assorbenti, un apparato vegetativo più consistente e consente di ottenere dei frutti di calibro maggiore e con caratteristiche qualitative superiori (contenuto zuccherino, colore, consistenza, serbevolezza, …).

Emo-Global L. riattiva la microflora del terreno costituendone nutrimento e permette una veloce ripresa delle piante indebolite dagli stress ambientali. Emo-Global L. riduce la salinità del terreno e veicola ed esalta le proprietà dei concimi con cui si associa in fertirrigazione.

Modalità e dosi d’impiego

Emo-Global L. si impiega in fertirrigazione utilizzando impianti di irrigazione a goccia oppure può essere distribuito con idonei mezzi dotati di barre irroratrici. I dosaggi riportati sono per ettaro in un’unica soluzione ma è possibile dividere gli interventi in più applicazioni.

Sostituisce totalmente o in parte la concimazione azotata, occorre quindi tenerne conto al momento di effettuare un programma completo di concimazione.

Pero: si interviene nella fase di gemma gonfia e nella fase di allegagione avvenuta alla dose di 35-40 kg/ha; in post-raccolta (se segue produzioni elevate) alla dose di 50-60 kg/ha.
Melo: si interviene alla fine della fioritura alla dose di 70-80 kg/ha, in post-raccolta (se segue produzioni elevate) alla dose di 50-60 kg/ha.
Drupacee (pesco, albicocco, susino, ciliegio): si interviene dalla fase di scamiciatura fino a quella di indurimento del nocciolo alla dose di 100 kg/ha dividendo l’intervento in 2-3 applicazioni. In post-raccolta (se segue produzioni elevate) alla dose di 50-60 kg/ha.
Kiwi: si interviene dalla ripresa vegetativa alla fioritura alla dose di 50 kg/ha, dividendo l’intervento in due applicazioni, successivamente si applica 2-3 volte durante l’accrescimento frutto utilizzando 80-100 kg/ha totali. In post-raccolta (se segue produzioni elevate) alla dose di 50-60 kg/ha.
Vite: impiegare in impianti giovani per aiutare l’attecchimento delle barbatelle alla dose di 25 kg/ha più volte durante la stagione; nelle piante adulte intervenire più volte durante il ciclo produttivo alla dose di 25-50 kg/ha.
Asparago: applicare all’inizio dell’emissione dei turioni alla dose di 25-50 kg/ha.
Fragola: si interviene dopo il trapianto o dopo la sfogliatura alla ripresa vegetativa (negli impianti biennali) alla dose di 25 kg/ha, alla fioritura alla dose di 50 kg/ha e all’accrescimento frutti alla dose di 25-50 kg/ha.
Anguria, melone, cetriolo, zucchino, pomodoro, peperone, melanzana: si interviene al trapianto alla dose di 25 kg/ha, in fioritura alla dose di 25-50 kg/ha e durante la fase di accrescimento alla dose di 25 kg/ha.
Verdure a foglia: si interviene più volte durante il ciclo alla dose di 10-15 kg/ha.
Cereali: si interviene durante l’accestimento o la levata alla dose di 100-150 kg/ha a fine febbraio per via fogliare con 500 litri d’acqua per ettaro.
Colture estensive (tabacco, girasole, barbabietole, mais, …): si interviene in copertura tra le 5 e le 7 foglie vere alla dose di 100-150 kg/ha.
Patata: si interviene alla semina alla dose di 50-75 kg/ha. Si ripetono due o tre interventi durante il ciclo in funzione delle esigenze sempre alla dose di 50-75 kg/ha.
Floricoltura: si interviene durante tutto il ciclo più volte alla dose di 1-2 kg/1.000 mq.

Miscibilità

Emo-Global L. è miscibile con: solfato ammonico, nitrato ammonico, urea, nitrato potassico, fosfato monoammonico, solfato di magnesio, solfato potassico, microelementi chelati e non. Non miscelare con prodotti acidi.

Prima di usarlo in fertirrigazione diluirlo con almeno una parte di acqua.

Si può miscelare con i più comuni antiparassitari ad eccezione di quelli a base di rame e quelli che presentano caratteristiche di fitotossicità per le piante.

Confezioni

Tanica da 25 kg · Cisternetta da 1.100 kg

Amino 6,5 L.

CONCIME ORGANICO AZOTATO · CARNICCIO FLUIDO IN SOSPENSIONE
Azoto (N) organico6,5 % p/p equivalente a 8,1% p/v
Azoto (N) organico solubile6,5 % p/p equivalente a 8,1% p/v
Carbonio (C) organico di origine biologica23,5% p/p equivalente a 29,3% p/v

Parametri Fisico-Chimici

Peso specifico a 20 °C: 1,250 kg/lt

Caratteristiche e vantaggi

Formulazione liquida a base di amminoacidi e peptidi a basso peso molecolare.

Complessa e veicola i principi attivi e gli elementi nutritivi con cui si associa.

Consente alla pianta un notevole risparmio energetico in quanto apporta proteine che essa stessa dovrebbe sintetizzare.

In fertirrigazione nelle prime fasi garantisce una maggiore emissione di radici e una loro migliore capacità assorbente, in fioritura aiuta la pianta ad allegare un maggiore numero di frutti e successivamente consente l’ottenimento di frutti di calibro maggiore e con migliori caratteristiche qualitative quali il contenuto zuccherino, il colore, la consistenza dei tessuti e la serbevolezza.

Modalità e dosi d’impiego

Colture arboree: in fertirrigazione dalla ripresa vegetativa alla raccolta, intervenire 3-4 volte alla dose di 15-20 kg/ha.

Colture orticole: in fertirrigazione dal trapianto alla raccolta, intervenire 5-6 volte alla dose di 15-20 kg/ha.

Colture floricole ed ornamentali: in fertirrigazione durante tutto il ciclo, intervenire 6-7 volte alla dose di 1,5-2 kg/1.000 mq.

Colture estensive (cereali, tabacco, barbabietola): in applicazione fogliare utilizzando botti per il diserbo e per i trattamenti antiparassitari, nelle prime fasi vegetative alla dose di 20-30 kg/ha.

Miscibilità

Il prodotto è miscibile con altri formulati ma si consiglia di effettuare sempre piccoli test per verificare la compatibilità.

Confezioni

Tanica da kg 30 · Cisternetta da kg 1.250

Alga Micron

CONCIME ORGANICO AZOTATO · ESTRATTO DI ALGHE IN FORMA SOLIDA
Azoto (N) organico1 %
Ossido di potassio (K2O) solubile in acqua19 %
Betaine0,1 %
Mannitolo4 %
Carbonio (C) organico di origine biologica26 %

Caratteristiche e vantaggi

Formulazione a base di alghe ricche di amminoacidi e proteine, di macro e oligo elementi minerali, di acido alginico e di fitoregolatori di origine naturale (auxine, gibberelline e citochinine).
Permette la formazione di tessuti più turgidi e consistenti e quindi più resistenti alle avversità ambientali.
Mantiene in equilibrio l’attività vegetativa con quella riproduttiva garantendo una migliore uniformità ed un maggior calibro dei frutti.
Distribuendo Alga Micron con una certa frequenza anche a bassi dosaggi, in associazione con i più comuni antiparassitari, si assicura una maggiore resistenza alle malattie, una maggiore produzione e l’ottenimento di caratteristiche qualitative superiori.

Modalità e dosi d’impiego

Alga Micron si impiega in applicazione fogliare in frutticoltura, orticoltura, viticoltura e floricoltura, dalla ripresa vegetativa alla raccolta, ad intervalli di 10-12 giorni alle seguenti dosi:
Frutticoltura: 50-80 gr/hl all’inizio della fioritura; 80-120 gr/hl durante l’accrescimento del frutto.
Viticoltura: 80-100 gr/hl alla preparazione del grappolo alla fioritura; 80-120 gr/hl dall’allegagione all’invaiatura.
Orticoltura: 80-100 gr/hl ogni 10-12 giorni dalle prime fasi vegetative alla raccolta.
Floricoltura: 80-100 gr/hl dalle prime fasi alla raccolta, ripetere ogni 10 giorni.

Si consiglia di impiegare 500-1.000 litri di acqua per ettaro per una migliore distribuzione ma il prodotto può essere utilizzato anche a concentrazioni superiori.

Miscibilità

Il prodotto è miscibile con altri formulati ma si consiglia di effettuare sempre piccoli test per verificare la compatibilità.

Confezioni

Sacchetto da kg 1 e kg 2,5

  • 1
  • 2